BUSINESS CLASS BY AMERICAN EXPRESS

Approfondimenti e spunti per far crescere il tuo business.

Le Regioni mettono in campo aree e incentivi

Business Insights

15 Dicembre 2017

American Express

C’è chi ha creato uffici dedicati, chi ha costruito una rete di collaborazione con altre pubbliche amministrazioni del territorio, chi si è focalizzato sull’attrazione e chi sull’assistenza. Ma, nel complesso, tutte le Regioni italiane si sono mosse per intercettare, attirare e accompagnare gli investimenti esteri, seppur con forze e risultati di livello assai diverso.
Tra le Regioni più attive ci sono la Lombardia, leader nell’attrazione (con 5.904 imprese a partecipazione estera, pari al 46,3% del totale italiano, 572mila dipendenti e 256,8 miliardi di fatturato), e la Toscana che, pur piazzandosi al sesto posto – dopo Lombardia, Lazio, Veneto, Piemonte e Emilia-Romagna – ha sviluppato una strategia premiata dalla rivista Foreign direct investment (Fdi) del gruppo Financial Times come una delle migliori promosse dalle regioni europee di medie dimensioni.
Anche chi è bravo, però, non può stare seduto sugli allori. La Regione Lombardia negli ultimi mesi ha deciso di riorganizzare l’offerta da proporre agli investitori e ha finanziato con quasi 10 milioni il nuovo programma AttrAct (promosso con Unioncamere regionale e agenzia Promos della Camera di commercio di Milano) per sollecitare i Comuni a mettere a disposizione aree per gli insediamenti e a semplificare le procedure per gli investitori. Cinquantasei sono i Comuni lombardi che hanno manifestato interesse al bando varato dalla Regione nei mesi scorsi e che hanno messo a disposizione 113 aree (per un totale di 2,6 milioni di metri quadrati a destinazione industriale, direzionale, turistica e logistica) e 312mila metri quadrati di edifici. «Il prossimo passo – spiega l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Mauro Parolini, che definisce il programma AttrAct un “percorso unico” – sarà la firma di una sorta di “contratto”, un accordo per l’attrattività tra la Regione e ogni Comune coinvolto che prevede l’impegno ad accompagnare gli investitori con interventi di semplificazione, tempi certi, servizi di assistenza qualificata e incentivi economici e fiscali come ad esempio la riduzione di Imu, Tari, Tasi e degli oneri di urbanizzazione». Il progetto prevede anche una piattaforma online in via di costruzione che mostrerà le aree disponibili per gli investimenti. Il messaggio rivolto dalla Lombardia agli investitori e alle imprese è: siamo pronti ad accogliervi per creare qui nuove opportunità di lavoro e crescere nella vostra attività.
Stesso messaggio arriva dalla Toscana, che fin dal 2010 ha creato un ufficio dedicato, formato oggi da nove persone e inserito nella struttura della Presidenza regionale, che si occupa di assistenza ai nuovi (e vecchi) investitori e di promozione internazionale sotto il brand “Invest in Tuscany”. Il punto di partenza è stato il riconoscimento degli ostacoli burocratici del sistema-Paese: «Da qui è nata una struttura che prende per mano l’investitore e lo conduce in mezzo alle complicazioni burocratiche di ogni tipo – spiega Filippo Giabbani, coordinatore dell’ufficio Attrazione investimenti -. La nostra particolarità è stata anche quella di creare tavoli di lavoro informali che fanno dialogare i vari enti per cercare di velocizzare le pratiche e avere certezze dei tempi». In alcuni casi, l’assistenza regionale è andata anche oltre, e ha prodotto accordi pluriennali con gli investitori che abbracciano la formazione, il supporto ad attività di ricerca e sviluppo, incentivi per nuove assunzioni. «L’assistenza alle multinazionali già presenti sul territorio è fondamentale – conclude Giabbani – perché oggi la concorrenza tra aree è più forte del passato, e dunque è fondamentale tenere stretto chi già c’è. Le statistiche peraltro ci dicono che nei Paesi avanzati il 70% degli investimenti esteri arriva da gruppi già presenti sul territorio».
 

ARTICOLI CORRELATI

Soluzioni di Application Performance Monitoring nel mondo Finance un nuovo modo per diagnosticare in anticipo problemi complessi
Business Insights
Soluzioni di Application Performance Monitoring nel mondo Finance: un nuovo modo per diagnosticare in anticipo problemi complessi

Nel settore finanziario le soluzioni evolute di Application Performance Monitoring non bastano. Ecco i motivi e il perché è necessario semplificare   La digitalizzazione sempre …

#Application Performance Monitoring #finance #soluzioni per le aziende
Open Innovation perché serve ad aziende e startup
Business Insights
Open Innovation: perché serve ad aziende e startup

Per la crescita delle startup la collaborazione con le grandi aziende è fondamentale, e lo stesso vale a parti invertite. Ecco le principali criticità e …

#Digitalize PMI #open innovation #partnership tra aziende e startup
Smart Factory un trend destinato a esplodere in tutta Europa
Business Insights
Smart Factory: un trend destinato a esplodere in tutta Europa

L’Industrial Internet of Things promette sviluppi trasversali a 360 gradi nel pianeta produttivo. La crescita esponenziale continuerà e il settore è destinato a trasformare la …

#Industrial Internet of Things #Smart Factory #Trend
1 2 3 4 61