BUSINESS CLASS BY AMERICAN EXPRESS

Approfondimenti e spunti per far crescere il tuo business.

Perché le Pmi italiane partono in prima fila con la svolta elettrica

Business Insights

11 Settembre 2018

American Express

Assioma: l’elettricità è l’energia di domani. Corollario: e le imprese italiane potrebbero avere un ruolo di prim’ordine nel mercato futuro dell’energia. Con questi due enunciati potrebbe essere riassunta la ricerca «Electrify 2030» attraverso la quale The European House-Ambrosetti, in collaborazione con l’Enel (Enel X e Fondazione Centro Studi Enel), analizza il percorso di sostituzione tecnologica verso forme più efficienti, più pulite e più efficaci di produzione e uso dell’energia. Lo studio è stato presentato nell’ambito del Forum Ambrosetti di Cernobbio.
Obiettivo mobilità
Il postulato è l’elettrificazione, che tra il ’90 e il 2016 è cresciuta in Europa dal 17% al 22% e in Italia dal 17% al 21%.
Secondo Eurelectric, ricorda l’imprenditore delle rinnovabili Agostino Re Rebaudengo, per raggiungere il target di decarbonizzazione del 2050 l’elettricità dovrà coprire oltre il 60% dei consumi finali e secondo lo studio Ambrosetti-Enel l’elettricità potrebbe crescere ancora tra il 3 e il 9%. Il fenomeno più interessante è lo sviluppo della mobilità elettrica: le iniziative dell’Enel per promuovere le vetture elettriche si affiancano con mille altri segnali di interesse.
Qualche esempio non esaustivo: i distributori Api-Ip aggiungono a benzina e gasolio anche l’erogazione di chilowattora; Sorgenia promuove il car-sharing elettrico; Repower lancia al Salone nautico di Genova un motoscafo a batteria; l’autostrada A35 Brebemi sperimenta il filobus per camion. Segnali che anticipano una tendenza e il settore dei trasporti, oggi limitato al 2% compresi metropolitane tram e treni, dovrebbe salire tra il 5% e l’8%. La ricerca Ambrosetti-Enel stima un aumento (dal 26% al 32-34%) anche per l’elettrificazione degli edifici. Il settore industriale (35%) ha un potenziale di 2-4 punti aggiuntivi.
Imprese italiane
Dopo Cina e Germania, l’Italia è il terzo esportatore mondiale di illuminazione tramite Led. Una sorpresa per molte persone che sottovalutano il ruolo delle imprese italiane. Il processo di elettrificazione e di diffusione di tecnologie intelligenti potrebbe avere effetti fortissimi per l’economia italiana. Lo studio Ambrosetti-Enel per esempio stima che nei segmento dei veicoli elettrici si arriva a individuare circa 160mila imprese potenzialmente coinvolte, con oltre 820mila occupati e un fatturato complessivo, ad oggi, di oltre 420 miliardi di euro.
Lo studio stima anche i benefici economici raggiungibili in Italia al 2030: in questo caso, si arriva a un fatturato addizionale compreso tra 102,4 e 456,6 miliardi di euro. Le tecnologie chiave in cui gli italiani sono trend-setter sono le pompe di calore; le luci a Led; i sistemi elettrochimici di accumulo; il motore elettrico; l’elettronica di potenza; i sistemi di gestione dell’energia. Valore complessivo tra 135 e 326,5 miliardi di euro.
Dall’oggetto al servizio
A differenza della benzina o degli altri prodotti energetici, l’elettricità non è un bene fisico tangibile. Il chilowattora è un bene immateriale che diventa percepibile solamente attraverso quando si manifesta sotto forma di servizio offerto: luce dalla lampadina, governo dei treni sui binari, acqua calda dallo scaldabagno, segnale nel telefonino, dati lungo la rete web, memoria e cpu del computer, comunicazione per gli aerei in decollo, erogazione di acqua dal rubinetto, musica, lavaggio del bucato, navigazione del Gps, conservazione di cibi freschi freddi e surgelati. E mille altri servizi.
Dicono alcuni: per produrre elettricità si inquina. Vero. Ma si inquina meno per la maggiore efficienza del sistema; si inquina sempre meno, fino allo zero assoluto, con il diffondersi delle fonti rinnovabili di energia; le applicazioni dell’elettricità sono più efficienti e meno impattanti.

ARTICOLI CORRELATI

Soluzioni di Application Performance Monitoring nel mondo Finance un nuovo modo per diagnosticare in anticipo problemi complessi
Business Insights
Soluzioni di Application Performance Monitoring nel mondo Finance: un nuovo modo per diagnosticare in anticipo problemi complessi

Nel settore finanziario le soluzioni evolute di Application Performance Monitoring non bastano. Ecco i motivi e il perché è necessario semplificare   La digitalizzazione sempre …

#Application Performance Monitoring #finance #soluzioni per le aziende
Open Innovation perché serve ad aziende e startup
Business Insights
Open Innovation: perché serve ad aziende e startup

Per la crescita delle startup la collaborazione con le grandi aziende è fondamentale, e lo stesso vale a parti invertite. Ecco le principali criticità e …

#Digitalize PMI #open innovation #partnership tra aziende e startup
Smart Factory un trend destinato a esplodere in tutta Europa
Business Insights
Smart Factory: un trend destinato a esplodere in tutta Europa

L’Industrial Internet of Things promette sviluppi trasversali a 360 gradi nel pianeta produttivo. La crescita esponenziale continuerà e il settore è destinato a trasformare la …

#Industrial Internet of Things #Smart Factory #Trend
1 2 3 4 61